Eureka: M5s e Lega hanno trovato il premier ma il nome è top secret

Di Maio e Salvini nel pomeriggio al Quirinale per riferire al presidente della Repubblica Mattarella

Luigi Di Maio e Matteo Salvini

Luigi Di Maio e Matteo Salvini

globalist 14 maggio 2018

Lega e M5s saliranno di nuovo al Colle per riferire al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dopo l'ultimo vertice in nottata tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio, lo stato della trattativa per la formazione del governo.
Nella telefonata fatta dal leader pentastellato al segretario della presidenza della Repubblica, M5s e Lega hanno annunciato di essere "pronti a riferire su tutto", anche sul premier, e annunceranno al capo dello Stato il raggiunto accordo di governo verde-giallo. Il nome del prossimo inquilino di Palazzo Chigi non è stato anticipato: Di Maio e Salvini hanno detto che sarà comunque un premier di "alto profilo politico" e hanno assicurato che faranno "un solo nome": non ci sarà nessuna rosa di candidati tra cui Mattarella potrà indicare il premier.
Il presidente della Repubblica vedrà nel pomeriggio al Quirinale i rappresentanti dei due partiti ma separatamente: prima quelli del M5s e poi quelli della Lega. Le due delegazioni saranno formate dai capigruppo di Camera e Senato, rispettivamente Giulia Grillo e Danilo Toninelli per M5S e Giancarlo Giorgetti e Gianmarco Centinaio per la Lega, e dai leader Di Maio e Salvini.
Tra i nomi per il futuro premier ci sono anche quelli di Giulio Sapelli e Giuseppe Conte: Lega e M5S avrebbero messo sul tavolo i nomi di due professori come possibili presidenti del consiglio per sbloccare l'impasse dell'alleanza giallo-verde. Sapelli, economista che insegna alla Statale di Milano, e Conte, ordinario di diritto privato all’Università di Firenze, vicepresidente del Consiglio di presidenza della Giustizia amministrativa, sarebbero stati contattati nella notte dai vertici dei due partiti.