Flat Tax, immigrazione, legge Fornero... i primi punti dell'accordo tra Lega e M5s

Il "contratto per il governo del cambiamento" si articolo in 19 punti. Di Maio: "fatti numerosi passi avanti"

Di Maio e Salvini

Di Maio e Salvini

globalist 12 maggio 2018

In cima alla bozza, lunga 26 pagine e articolata in 19 punti, campeggiano i simboli di Lega e M5s. Il titolo, altisonante, è "contratto per il governo del cambiamento" ed è una prima stesura dell'accordo sul quale Di Maio e Salvini stanno lavorando per chiudere, finalmente, il capitolo relativo al programma di governo.


"La trattativa sul contratto di governo va avanti, anche perché l'obiettivo è portare i migliori risultati per i cittadini italiani»" ha detto il capo politico di M5S Luigi Di Maio arrivando a Milano per incontrare il segretario della Lega Matteo Salvini al Pirellone, sede del nuovo tavolo M5S-Lega per la stesura del contratto di governo.


A proposito dell'incontro che si è svolto ieri a Roma con la controparte leghista, in un post pubblicato sul Blog delle Stelle Di Maio oggi parla di "notevoli passi avanti": "abbiamo trovato ampie convergenze sui temi che stanno a cuore agli italiani: reddito di cittadinanza, flat tax, lotta al business dell'immigrazione, abolizione della legge Fornero, conflitto di interessi", scrive il capo politico pentastellato.