Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop
sabato 22 aprile 2017 12:22
Sicuri, veloci da produrre e a basso costo. Ideali contro pandemie e bioterrorismo. Ma le multinazionali non vogliono abbandonare le vecchie tecnologie.
La terra dei papi


Breviario

2014 Annus Mirabilis

Vi piacerebbe leggere titoli come questo? Li troverete nel calendario 2014 di Cronache Laiche: 12 buone notizie, non vere ma verosimili. Quanto meno auspicabili.

Cronache Laiche
giovedì 24 ottobre 2013 10:55

La locuzione Annus Mirabilis fu usata per la prima volta nel 1666 dal poeta inglese John Dryden, che nell'omonimo poema celebrò le vittorie patrie sulla flotta olandese e il successo dell'Inghilterra nell'arginare i due eventi catastrofici di quell'anno: la peste e il Grande incendio di Londra. Un modo, secondo il poeta, per screditare la diffusa tesi che vedeva nelle tragedie naturali lo zampino del demonio.

Oggi l'espressione viene utilizzata per indicare anni "meravigliosi" della storia dell'umanità, soprattutto in ambito scientifico. Sono Anni Mirabiles il 1492 per la scoperta dell'America, il 1543 per la pubblicazione di Le rivoluzioni degli astri celesti di Niccolò Copernico, che segnò l'inizio della Rivoluzione scientifica, lo stesso 1666, quando Isaac Newton intuì i principi della gravitazione universale, il 1905 per le pubblicazioni di Albert Einstein, Annus Mirabilis Papers per l'appunto, che costituiscono le basi della fisica moderna. Ma non mancano Anni Mirabiles nella storia di ogni Paese, per celebrare periodi di particolare eccellenza.

Il titolo di questo calendario è quindi un auspicio, un augurio affinché il 2014 sia l'Annus Mirabilis della laicità in Italia: 12 buone notizie, non vere ma verosimili, riportate ipoteticamente da altrettanti quotidiani italiani secondo il loro consueto gergo editoriale. Per rientrare a buon diritto nell'alveo dei Paesi civili, quelli nei quali è assicurata l'autodeterminazione dell'individuo, la Costituzione non rimanda ad accordi con uno Stato estero primarie questioni come l'istruzione e l'erogazione di fondi pubblici, tutti i cittadini hanno per nascita gli stessi diritti e gli stessi doveri, il progresso scientifico viene incentivato. Utopia? A oggi in Italia sì. Ma questo è l'anno che vorremmo. E chissà che non sia proprio il 2014.




2014 ANNUS MIRABILIS

Il calendario di Cronache Laiche
Tempesta editore, euro 10
Realizzazione grafica: Giovanni Giannone

Per info e ordini clicca qui
oppure scrivi a:
info@tempestaeditore.it









Home

Commenti

Le immagini pubblicate su Cronache Laiche sono reperite in rete e ritenute di libera circolazione in quanto prive di dicitura indicante l'autore o la riproduzione riservata.
Tuttavia, qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore basta scrivere una email alla redazione e verranno immediatamente rimosse.