Globalist:
venerdì 1 agosto 2014 09:58
In cerca di nemici, a caccia di complotti. Dopo i satanisti, gli evoluzionisti, le orde pluto giudaico massoniche e i comunisti, una nuova minaccia per la Chiesa: il potere gay.


Mal/Costume

Ma Allah creò il bikini?

Andare al mare in costume da bagno: niente di più normale. Ma non per tutti. In particolare non per tutte.

Belinda Malaspina
sabato 14 luglio 2012 02:25

«Quest'estate ce ne andremo al mare» gorgheggiava Giuni Russo alcuni anni or sono, in pieno furore balneare. Anche quest'anno, nonostante la crisi, molti cercano come ogni estate un opportuno refrigerio sulle spiagge nostrane: uomini, donne e bambini vestiti solo di succinti e coloratissimi costumini in fibra sintetica, reperibili di ogni forma e tinta e in ogni luogo, dalla boutique in centro a Milano fino al venditore ambulante del litorale romagnolo, dal negozietto trendy di Forte dei Marmi al supermarket di paese, invadono i litorali.
Al mare, come ognuno sa, ci si va in costume: e grazie al cielo è tramontata l'epoca dei vestitini da bagno in pura lana che ossessionavano le nostre bisnonne, veri e propri strumenti di tortura che, se da un lato mostravano ben poco del corpo di chi li indossava, in compenso sortivano dalle bocche del loro possessore una serie di imprecazioni che avrebbero scandalizzato il più cattocomunista dei preti.

Eppure ciò che a una signora italiana sembra l'evento più scontato dell'estate, cioè andare al Pam e comprarsi, magari in saldo, un bikini per recarsi in spiaggia il pomeriggio stesso, per qualcuno - pardon, qualcuna - le cose non sono altrettanto semplici. Dalla Tunisia giunge infatti la notizia che gruppi di salafiti, integralisti islamici nati come élite intellettuale ma poi dirottatisi sul proselitismo spiccio, insultano quando non addirittura cacciano dai litorali nordafricani le donne in costume da bagno.
La motivazione? Una forma di tutela nei confronti delle donne stesse le quali, bagnandosi seminude, si esporrebbero a possibili violenze di tipo sessuale. Che scrupoli, che galanteria degna di altri tempi! Come non sentirsi, a essere una di quelle fortunate signore tunisine che si trovano a bagnarsi nel limpido Mediterraneo coperte da capo a piedi, intimamente grata al genere umano maschile?
Un gran privilegio che esistano i solleciti salafiti, autentico dono di Allah. Che poi Allah medesimo, a ben vedere, abbia messo al mondo le donne - così come gli uomini - completamente e perfettamente nudi, e che lo scrupolo del bikini potrebbe semmai offendere il Creatore per la quantità esagerata di stoffa anziché per la sua carenza, questo non sfiora affatto la mente degli integralisti di cui sopra. Ma non è il caso di essere troppo pignoli: la mano di Allah arriva dove arriva. Per il resto ci sono i salafiti.

Belinda Malaspina

Home


Le immagini pubblicate su Cronache Laiche sono reperite in rete e ritenute di libera circolazione in quanto prive di dicitura indicante l'autore o la riproduzione riservata.
Tuttavia, qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore basta scrivere una email alla redazione e verranno immediatamente rimosse.